Oasis, i 25 anni di ‘(What’s the Story) Morning Glory?’ portano ‘Wonderwall’ al miliardo di stream su Spotify

Uncategorized

“Roba grossa”, ha esordito ironico

Liam Gallagher

, da sempre allergico a tutto ciò che riguarda le piattaforme di streaming, “saranno tutti ascolti di

Noel

. Si sarà messo lì a cliccare di continuo per un’ora e mezzo, clic, clic, clic. Non so niente di Spotify e roba simile ma so che la gente la ama. E la gente la odia”: così l’ex voce degli

Oasis

(la band si è sciolta nel 2009) ha commentato – non perdendo l’occasione di attaccare il fratello maggiore – il traguardo raggiunto dal singolo

Wonderwall

, uno dei brani più famosi della band nata a

Manchester nel 1991 ed estratto dal loro secondo disco, l’album-pietra miliare (What’s the Story) Morning Glory?, che ha raggiunto la considerevole cifra di un miliardo di ascolti su Spotify.

Wonderall

, terzo singolo estratto da quel lavoro universalmente riconosciuto come il disco di maggior successo della band dell’era Brit pop, è una delle poche tracce uscite dagli anni Novanta

(What’s the Story) Morning Glory? è stato pubblicato 25 anni fa, il 30 ottobre 1995),

ad apparire nella Top 200 di Spotify, dove naturalmente trionfano pop, hip hop e i tormentoni latino-americani.

Disco di platino nel Regno Unito, nel 2008,

Wonderwall

era arrivato al 76esimo posto nella classifica dei singoli più venduti nel regno Unito, dove in totale ha venduto oltre un milione di copie. Ora, però, grazie alle celebrazioni legate a

(What’s the Story) Morning Glory?, arriverà a nuovi traguardi. Con buona pace dei portafogli di Liam e Noel Gallagher.

Argomenti

Sharing is caring!

Leave a Reply